Dott. Massimo Zedda

Psicoterapeuta a Torino

Archivio mensile agosto 2017

DiMassimo Zedda

Il lutto.

Per Freud il lutto è una reazione affettiva ed emotiva ad una esperienza di perdita. Con il termine “perdita” non si intende solamente l’accezione di aver perso una persona cara, un oggetto particolarmente significativo al quale si attribuisce senso e significato, quindi coerenza al mondo.

Liotti (2001) suggerisce che il lutto, sulla base degli insegnamenti della teoria dell’attaccamento, attiva il sistema motivazionale innato dell’attaccamento stesso ed il soggetto rimasto solo si spinge alla ricerca della persona per la quale percepisce l’assenza per ottenere vicinanza e cure. Quando gli sforzi falliscono (come nel caso della morte di una persona cara, significativa o ideale significativo in genere) il soggetto vive l’esperienza di profonda tristezza e compare un sentimento di disperazione.

La perdita sconvolge e crea nel soggetto che l’ha vissuta il dissesto della struttura che permette di vedere ed organizzare la realtà; la conseguenza più diretta è la costrizione a rivedere il proprio modo di stare al mondo (si genera in molti casi una sofferenza soverchiante).

 

La fine di una relazione amorosa è una esperienza di perdita, ma anche una esperienza di morte, la quale rappresenta la perdita stessa come evento più vicino ai vissuti esperiti.

Ora, a mio avviso, è interessante riflettere su come gli studiosi hanno organizzato in modo dicibile e strutturato i vari elementi che compongono l’esperienza soggettiva del lutto, con tutti i limiti della soggettività umana e dichiarando che i passaggi non sempre rispettano la cronologia ed a volte una persona può regredire o persistere maggiormente all’interno di uno step.

Il lutto secondo Freud (1915)

Reazione maniacale
Reazione melanconica
Reazione del lavoro del lutto come esito positivo della depressione

Il lutto secondo la teoria di Bowlby (1980)

Fase dello stordimento o incredulità
Fase di ricerca e di struggimento
Fase di disorganizzazione e disperazione
Fase di riorganizzazione

Il lutto secondo la teoria di Therese Rando (1993)

Fase dell’evitamento
Fase del confronto
Fase dell’accomodazione o guarigione

Sei processi R:

Riconoscere la perdita
Reagire alla separazione
Ricordare e ri-esperire il defunto e la relazione
Abbandonare i vecchi attaccamenti
Riadattarsi a vivere nel nuovo mondo senza dimenticare il vecchio
Reinvestire

Il lutto secondo Onofri – La Rosa  (2015):

Dissociazione
Attivazione del sistema di attaccamento
Attivazione del sistema di accudimento


Bibliografica

  • Recalcati M. “Incontrare l’assenza” – Ed. Asmepa 2016
  • Onofri A., La Rosa C. “Il lutto” – Ed. Giovanni Fioriti  2015